MA È VIOLENZA SOLO SE QUALCUNO MI FA MALE?

VARI TIPI DI VIOLENZA

La violenza non è solo fisica. Ci sono differenti tipi di violenza, ma tutti ugualmente possono far soffrire molto chi li subisce. Qui trovi le varie tipologie di violenza, la descrizione delle loro caratteristiche e dei gesti e delle azioni che le manifestano.

È ogni forma di violenza contro il tuo corpo e le tue proprietà. Subisci violenza fisica quando qualcuno ti spinge, ti strattona, ti colpisce, ti dà pugni, schiaffi o calci, ti colpisce con un oggetto, cerca di strangolarti, ti tira per i capelli, ti blocca con la forza non permettendoti di muoverti, ti rinchiude in un posto anche se ti dice che è per scherzo, distrugge oggetti, documenti, foto e altre cose a te particolarmente care.

È rappresentata da tutte le forme di coinvolgimento in attività sessuali senza il tuo pieno consenso, sia all’interno che al di fuori della coppia. Subisci violenza sessuale quando ti vengono imposti rapporti intimi nonostante tu non ne abbia voglia, ti vengono fatte pressioni per avere rapporti che non desideri ricattandoti o minacciando punizioni o ripercussioni negative. È violenza anche quando si è costretti a guardare o a utilizzare materiale pornografico, o ad avere rapporti con altre persone senza il proprio pieno consenso. Questo tipo di violenza è spesso chiamata abuso sessuale. È importante sapere che l’abuso può avvenire sia con contatto fisico, sia senza contatto fisico (discorsi pornografici o allusivi, esibizionismo, proposte oscene etc.). Spesso avviene senza l’uso di forza e inizia gradualmente.

È violenza assistita quando un/a bambino/a, o un/a ragazzo/a, assiste a forme di violenza fisica, verbale, psicologica, sessuale o economica su adulti o minori importanti per lui/lei (mamma, sorella, fratello, zia etc.). Si parla di violenza assistita anche quando si è testimoni di violenze di minori su altri minori, o di maltrattamenti di animali domestici e non. La forma di violenza assistita più frequente è assistere alla violenza subita dalla madre da parte del padre (o del compagno della madre).
È violenza psicologica ogni mancanza di rispetto che colpisce la dignità della tua persona. Quando qualcuno ti insulta, ti critica continuamente, ti umilia o ti ridicolizza, ti segue, ti controlla, ti impedisce di vedere parenti e amici, di coltivare i tuoi interessi, minaccia di abbandonarti se non fai ciò che ti dice, ti ricatta di rivelare informazioni intime che ti riguardano o confidenze che gli hai fatto se non fai ciò che dice, minaccia di diffondere foto o altro materiale che ti riguarda contro la tua volontà, minaccia di farti del male, minaccia di fare del male a qualcuno a cui tieni o alla tua famiglia, minaccia di farsi del male o suicidarsi se non fai quello che dice o se dichiari di volerlo lasciare.
Lo stalking (dall’inglese “stalker”, cacciatore in agguato) è l’insieme di comportamenti volti a controllare e limitare la libertà di una persona messi in atto dal suo partner o ex partner. Questi comportamenti assumono vere e proprie forme di persecuzione di cui sono vittime principalmente le donne. Per poter essere identificati come forme di persecuzione, devono avere carattere ossessivo e persecutorio, essere continuati nel tempo e incutere nella vittima paura e terrore.

Se scrivi o chiami da Trieste e dintorni c’è a disposizione la chat o il numero verde gratuito 800 510 510, se preferisci puoi recarti presso le strutture dell’Azienda Sanitaria di Trieste.

Se ci contatti da un’altra zona rivolgiti alle strutture sociosanitarie del tuo territorio.

Vuoi saperne di più? Vai alla pagina dedicata.

Contatto è un servizio dell’Azienda Sanitaria Universitaria Integrata di Trieste. Il numero verde e la chat sono riservati alle persone che chiamano e scrivono da Trieste e dintorni. Se chiami o scrivi da un’altra zona ti invitiamo a rivolgerti alle strutture del tuo territorio.