Cosa c’è di meglio per due ragazzini di undici e diciassette anni del vivere senza adulti tra i piedi?

In questo caso, però, il desiderio non c’entra: Mirko e Tommaso sono da poco rimasti orfani di entrambi i genitori, deceduti a seguito di un tragico incidente d’auto.

Il tribunale dei minori li affida allo zio Eugenio, il quale vorrebbe che i ragazzi lasciassero la loro casa di Milano per trasferirsi da lui, a Pavia. Ma niente da fare, di lasciare la casa, gli amici e la scuola i ragazzi non ne vogliono proprio sapere. Allora decidono che l’unica soluzione per tenere a bada lo zio è dimostrargli di essere responsabili: prendono ottimi voti a scuola, mangiano le verdure, vanno a letto presto e consegnano tutti gli scontrini.

La «situazione» come la chiamano gli adulti – la professoressa Mavaldi, zio Eugenio e zia Marge, persino quello spostato dello zio Gil – precipita quando Mirko decide di dire una bugiainfatuato di Greta, vuole andare a Madrid con lei per vedere la finale di Champions League. Ma per trovare i soldi che lo zio non gli anticipa, Mirko si mette in un guaio che rischierà di travolgere tutti.

Lo spettacolo si terrà il 20/08 presso l’ex lavatoio di San Giacomo

Per informazioni visita la pagina dell’ex lavatoio di San Giacomo