Ambientato in Cina, lo spettacolo narra di un capro espiatorio felice. Uno che viene accusato di ciò che non ha fatto, ma data la situazione che si crea (il popolo lo applaude come un eroe) lui è felice di morire.

Lo spettacolo nasce da un canovaccio di Dario Fo che ci è arrivato come inedito. Abbiamo poi scoperto che era già è stato messo in scena, ma sempre da piccole compagnie come la nostra, se non altro per la difficoltà della messa in scena (a partire dalle cifre: 33 attori parlanti più le comparse) per finire con le visioni drammaturgiche che prevedono aquiloni che sfrecciano nel cielo e carri che passano tra ali di folla. Noi abbiamo fatto del nostro meglio e di sicuro ci abbiamo messo tanto entusiasmo e tutta la nostra buona volontà oltre quel po’ di tecnica che nei decenni abbiamo acquisito. Altro non abbiamo, speriamo sia sufficiente.

L’Accademia della Follia è una compagnia teatrale nata negli anni ’70 all’interno dell’ex ospedale psichiatrico di Trieste, nel periodo in cui le sue mura venivano abbattute da Franco Basaglia. Dagli anni ’70 ad oggi ha messo in scena numerosi spettacoli originali, portati in tour in Italia e all’estero.

Lo spettacolo si terrà dalle 20 e 30 alle 22 e 30 presso il parco di San Giovanni in via Weiss 5.

Per maggiori info visita la pagina dell’evento

Ingresso libero