Incontro con lo storico Federico Tenca Montini
Tenca Montini ci fa entrare nell’archivio privato del Maresciallo Tito per parlarci delle lettere scritte da triestini, monfalconesi e goriziani di lingua italiana e slovena al capo di stato jugoslavo nel periodo che va dalla fine della guerra al Trattato di pace del 1947. Si tratta sia di sottoscrizioni di gruppo che di missive personali, che descrivono le aspirazioni dei comunisti italiani e sloveni nell’area di Trieste, Monfalcone e Gorizia.


Considerato l’appiattimento che negli ultimi anni ha caratterizzato il modo di raccontare la storia di queste terre, l’incontro si pone l’obiettivo di affrescare la vita politica in un periodo – quello del primo dopoguerra ante crisi del Cominform del 1948 – in cui ancora tutto sembrava possibile, un periodo in cui non destava scandalo che cittadini italiani, di cui alcuni dopo la delusione del Trattato di pace avrebbero raggiunto la Jugoslavia con mezzi propri, concertassero i propri sforzi con i compagni sloveni in nome dell’ideale comunista.


L’incontro è presentato da Piero Purich.

L’evento è organizzato nell’ambito del progetto “Varcare la frontiera”
http://www.varcarelafrontiera.eu/