Con L’Armonia il teatro dialettale arriva “in giardino”: la rassegna estiva 2020

Quattro appuntamenti con il teatro dialettale de L’Armonia nei giardini di Trieste, per un intrattenimento in tutta sicurezza. È stata presentata stamane in Municipio l’iniziativa “R…estate in armonia 2020 – palco giardino” , l’evoluzione del consueto ciclo di spettacoli estivi in dialetto triestino con il contributo della Fita-Uilt Fvg. La compagnia è riconosciuta a livello nazionale per la qualità delle sue produzioni e quest’anno, con questa particolare modalità di non facile realizzazione, si ripropone di avvicinarsi anche ai giovani. L’evento è stato presentato dal presidente de L’Armonia, Giuliano Zannier, dal direttore artistico Riccardo Fortuna, dall’assessore ai teatri Serena Tonel e da Sabrina Censky Gojak, dell’organizzazione-ufficio stampa.

 

Cecchelin: framenti de memorie

Il primo appuntamento sarà un omaggio a Cecchelin, con una lettura a leggio che si terrà venerdì 21 agosto alle 21, al Giardino pubblico De Tommasini. “Un artista notissimo in tutta Italia – ha spiegato Fortuna -, ancor oggi ricordato con simpatica nostalgia e apprezzatissimo per la sua satira e ironia attuali. Sarà anche l’occasione per ascoltare la voce indimenticabile dell’artista triestino”. Lo spettacolo si intitola “Cecchelin: framenti de memorie”, di Carlo Fortuna, con regia di Riccardo Fortuna.

 

La trama

Sei amici rovistano in un vecchio baule, tra varie cianfrusaglie, trovano delle scenette di Angelo Cecchelin, decidono di interpretarle e nel magnifico gioco del Teatro sentiremo anche la voce del comico. Questo testo, scritto da Carlo Fortuna, vuole essere un omaggio all’artista per sottolinearne la sua graffiante ed ancora attuale comicità.

Con: Sabrina Gregori, Laura Salvador, Paola Tramontini, Roberto Tramontini, Chino Turco e Giuliano Zobeni.